La Mutua ti assegna un rating personale ai fini della posiibilità di ottenere credito.

Il Consultorio Finanziario assegnerà a tutti coloro che ne faranno richiesta un rating da 0 a 10 che stabilirà, a livello privato, la possibilità di poter ottenere dalle Banche e dalle Finanziarie più o meno credito. 0 sarà il livello più basso ed indicherà l'assoluta impossibilità di ottenere credito finanziario. Per l'assegnazione del rating la [...]

Note circa la cessione del quinto stipendio

Molti nostri associati ci riferiscono le difficoltà che incontrano nel trovare banche e finanziarie disposte a concedere loro un prestito contro la cessione del quinto. Le risposte sono molteplici: il prestito con la trattenuta in busta in prima o seconda trattenuta deve per Legge essere sempre ASSICURATO. Le assicurazioni che "coprono" il rischio del lavoro [...]

Ancora sui finanziamenti…… e sui prestiti

Vogliamo ancora una volta ribadire la nostra posizione e quella del "consultorio finanziario" relativamente al capitolo prestiti e finanziamenti alle famiglie. Da una parte, a partire dal 1996 la Banca d'Italia e le autorità comunitarie hanno inziato a disciplinare il comparto del credito, stilando regolamenti e procedure vincolanti per i soggetti abilitati all'esercizio del credito. [...]

Crisi Greca. La Grecia non è poi così distante…

I telegiornali ci rimbalzano filmati, notizie, fotografie di una Grecia alle prese con il caos: disordini, scioperi, paralisi dei trasporti, della sanità. D'altra parte non è facile digerire un piano di austerità da 70 miliardi di euro che prevede il taglio di un quinto dei dipendenti pubblici, un taglio delle pensioni ed un aumento delle [...]

Categories: Senza categoria|0 Commenti

Produzione Italiana – 17,50% e nessuno si preoccupa…….

Parliamo di diminuzione delle tasse, di ricette per uscire dalla devastante crisi economica, di formule per incentivare lavoro e merito. Si discute di tutto tranne che dell'unico vero tema senza la soluzione del quale non vi è via di uscita; in un sistema economico di mercatoil NON PRODURRE equivale a stagnazione e recessione. Se non [...]

Referendum acqua. Ragionamenti

Riteniamo sensate le ragioni del No che vedono nel privato un modo di gestire meglio il pubblico. Si dice che l'acqua rimane un bene comune ma che servono investimenti per ottimizzarne lo sfruttamento ed evitare sprechi e dispersioni. In parte ciò è vero. Rimaniamo tuttavia convinti che lo Stato debba mantenere un suo ruolo predominante [...]